Post con il tag: "(cumulabilità)"



20. novembre 2017
Il caso tratta di impianti fotovoltaici incentivati con il 3° e 4° conto energia. L'Agenzia delle Entrate nulla eccepisce in merito alla cumulabilità. Nelle Motivazioni alla decisione, la Commissione osserva che il “Fino all’emanazione del DM 5 luglio 2012 che approvava il “V conto energia”, sussisteva un divieto di cumulo tra le agevolazioni fiscali previste dall’art. 6 della legge n. 388 del 2000 (cosiddetta “Tremonti Ambiente”) e la tariffa incentivante prevista dai vari...
02. novembre 2017
L’agenzia delle Entrate non può introdurre nuovi adempimenti attraverso una circolare: non si tratta, infatti, di una fonte normativa e pertanto non può disciplinare situazioni e circostanze non espressamente previste per legge. A confermare questo principio è la Corte di cassazione con un’ordinanza. Nel caso specifico, l’agenzia delle Entrate ha recuperato, con specifico atto, un credito di imposta utilizzato da un contribuente perché sulla fattura di acquisto del bene non era stata...
31. ottobre 2017
In questo caso si tratta di un impianto fotovoltaico soggetto al IV conto energia (DM5 maggio 2011). Per l'Agenzia delle Entrate il disconoscimento della detassazione si fonda sull'incumulabilità dell'agevolazione fiscale con quelle del IV conto energia, per il quale «non è previsto, neppure astrattamente, alcun cumulo con il regime di "detassazione ambientale" previsto dalla "Tremonti ambiente»". La Commissione osserva: “Deve in primo luogo essere evidenziato che con il citato art. 19...
30. ottobre 2017
In questo caso si tratta di un investimento in un impianto fotovoltaico con tariffa incentivante DM 05/05/2011 (IV conto energia). Nulla è stato sollevato in ordine alla cumulabilità. Anche qui nei passaggi si esplicita che il dubbio riguardo l’accesso all’agevolazione è stato “risolto in senso favorevole dalla pubblicazione del DM 5/7/2012, per cui è applicabile la detassazione…”.
16. ottobre 2017
La sentenza Commissione Tributaria Regionale della Lombardia del giugno 2016 è divenuta definitiva in quanto non appellata dall'Agenzia delle Entrate (sentenza passata in giudicato). Inoltre, il MEF (Ministero dell'Economia e delle Finanze), socio unico del GSE, ha pubblicato tale sentenza ad "Uso Ricerca e Studi", in sostanza dando ulteriore valore probatorio alla sentenza. L'accertamento contestava l'avvenuto investimento ambientale e riconosceva illegittima la cumulabilità con il III°...
30. agosto 2017
La Commissione Tributaria di Varese ha accolto in toto il ricorso di un cliente da noi assistito, a seguito di silenzio-rifiuto su istanza di rimborso, al quale l’Agenzia delle Entrate si è costituita in giudizio disconoscendo il diritto dell’azienda ad usufruire dell’agevolazione per le seguenti motivazioni: 1) Istanza presentata oltre il termine di 48 mesi dal versamento previsto a pena di decadenza dall’art. 38 D.P.R. 602/1973 2) l’impianto non rientra nel cd. II° conto energia...
28. giugno 2017
La Comm. Trib. Prov. di Torino evidenzia come "Ad ulteriore rinforzo delle tesi sostenute da parte ricorrente c’è la considerazione della non omogeneità della linea tenuta dall’amministrazione finanziaria per ipotesi analoghe, in cui si è prevenuti all’autotutela e alla cessazione della materia del contendere (Ag. Entrate Direzione Provinciale di Lucca del 13/09/2016; Ag. Entrate Direzione Provinciale 2 di Milano del 09/06/2016; Ag. Entrate Direzione Provinciale di Trapani del...
30. maggio 2017
in questo caso (nostra perizia) la Direz. Prov. di Reggio Emilia disconosceva l’applicazione della Circolare 31/E/2013 perché “… non si è in presenza di alcun “errore contabile”, dal momento che non vi è stata alcuna impropria o mancata applicazione di un principio contabile, né di errori matematici, nè di erronee interpretazioni di fatti o negligenze”. Il Collegio della Comm. Trib. Prov. di Reggio nell’Emilia, invece, “… ritiene fondate le argomentazioni di parte...
30. marzo 2017
Come esplicitato in una Sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Aosta su un caso di Tremonti ambientale, “Giova sottolineare che i “documenti di prassi” sono vincolanti per gli uffici sottoposti, i quali non possono discostarsene (Cass. Sent. N. ....../2007 e Ord. n. ......./2014). Diversamente operando, l’Ente pubblico violerebbe il principio del legittimo affidamento (art. 10 legge 212/2000)”.
22. novembre 2016
La società ricorrente impugna gli avvisi di accertamento con cui l'Agenzia delle Entrate, Direzione Provinciale di Treviso, riprende a tassazione parte dell'agevolazione fiscale (Tremonti ambientale) relativa alla costruzione di quattro impianti fotovoltaici per la conversione delle radiazioni solari in energia elettrica. In particolare secondo l'Ufficio il disconoscimento parziale riguarda il secondo conto energia per gli impianti realizzati dal 2010, il terzo acconto energia per l'impianto...

Mostra altro