Post con il tag: "(circolare 31/E)"



06. novembre 2017
Il caso riguarda una società di scopo per la realizzazione di una centrale idroelettrica. L'Agenzia delle Entrate di Aosta contesta l'emendabilità della dichiarazione dei redditi a posteriori con una dichiarazione a favore oltre i termini ordinari perchè nella fattispecie non si trattava di errore contabile, bensì di opzione agevolativa rimessa alla scelta del contribuente, senza che vi fosse alcun dubbio sulla cumulabilità di tale agevolazione con altre misure agevolative per gli impianti...
02. novembre 2017
L’agenzia delle Entrate non può introdurre nuovi adempimenti attraverso una circolare: non si tratta, infatti, di una fonte normativa e pertanto non può disciplinare situazioni e circostanze non espressamente previste per legge. A confermare questo principio è la Corte di cassazione con un’ordinanza. Nel caso specifico, l’agenzia delle Entrate ha recuperato, con specifico atto, un credito di imposta utilizzato da un contribuente perché sulla fattura di acquisto del bene non era stata...
26. ottobre 2017
La Direzione Provinciale dell'Agenzia delle Entrate prima annulla la dichiarazione integrativa e poi la rettifica avvalendosi dell'art. 41 bis del DPR n. 600/1973. Nelle sue controdeduzioni dichiara quindi che non vi sarebbe nessuna contradditorietà o illogicità per il fatto che è stata rettificata una dichiarazione integrativa precedentemente annullata perchè, medio tempore, è cambiata la normativa sulla c.d. integrativa a favore e pertanto quella che era una dichiarazione tardiva e...
03. ottobre 2017
La Direzione Provinciale di Cuneo contestava la presentazione di un'integrativa in ritardo rispetto ai termini annuali previsti. Per i Giudici della Commissione Tributaria Provinciale di Cuneo, nella sentenza resa nota qualche giorno fa, invece "...la giurisprudenza recente si è ormai orientata a favore della tesi colta a ritenere che la dichiarazione integrativa possa essere presentata oltre il termine previsto per la presentazione della dichiarazione dell'anno successivo, e ciò in omaggio...
30. agosto 2017
La Commissione Tributaria di Varese ha accolto in toto il ricorso di un cliente da noi assistito, a seguito di silenzio-rifiuto su istanza di rimborso, al quale l’Agenzia delle Entrate si è costituita in giudizio disconoscendo il diritto dell’azienda ad usufruire dell’agevolazione per le seguenti motivazioni: 1) Istanza presentata oltre il termine di 48 mesi dal versamento previsto a pena di decadenza dall’art. 38 D.P.R. 602/1973 2) l’impianto non rientra nel cd. II° conto energia...
28. giugno 2017
Anche in questo caso la Direz. Prov. di Torino delle Entrate, su una nostra perizia, contestava che il contribuente non poteva avvalersi della procedura della Circolare 31/E/2013 ai fini della fruizione della Tremonti Ambiente, poiché non vi era errore contabile, sostenendo tra l'altro che “non vi era alcuna incertezza interpretativa al momento della originaria dichiarazione dei redditi… ciò che rileva è che la mancata tempestiva variazione in diminuzione,.. è dipesa da una colpevole...
28. giugno 2017
La Comm. Trib. Prov. di Torino evidenzia come "Ad ulteriore rinforzo delle tesi sostenute da parte ricorrente c’è la considerazione della non omogeneità della linea tenuta dall’amministrazione finanziaria per ipotesi analoghe, in cui si è prevenuti all’autotutela e alla cessazione della materia del contendere (Ag. Entrate Direzione Provinciale di Lucca del 13/09/2016; Ag. Entrate Direzione Provinciale 2 di Milano del 09/06/2016; Ag. Entrate Direzione Provinciale di Trapani del...
30. maggio 2017
in questo caso (nostra perizia) la Direz. Prov. di Reggio Emilia disconosceva l’applicazione della Circolare 31/E/2013 perché “… non si è in presenza di alcun “errore contabile”, dal momento che non vi è stata alcuna impropria o mancata applicazione di un principio contabile, né di errori matematici, nè di erronee interpretazioni di fatti o negligenze”. Il Collegio della Comm. Trib. Prov. di Reggio nell’Emilia, invece, “… ritiene fondate le argomentazioni di parte...
29. maggio 2017
In questo caso la Direz. Prov. di Torino contestava ad un nostro cliente che “nel caso di specie non era applicabile la procedura prevista dalla Circolare 31/E/2013 in quanto la mancata deduzione della detassazione ambientale nel periodo di competenza non costituiva un errore contabile ma un cambiamento di stima per scelte discrezionali”. Per i Giudici della Comm. Trib. Prov. di Torino, invece, richiamando anche sentenze di Cassazione in tema di emendabilità, “Appare del tutto evidente...
30. marzo 2017
Come esplicitato in una Sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Aosta su un caso di Tremonti ambientale, “Giova sottolineare che i “documenti di prassi” sono vincolanti per gli uffici sottoposti, i quali non possono discostarsene (Cass. Sent. N. ....../2007 e Ord. n. ......./2014). Diversamente operando, l’Ente pubblico violerebbe il principio del legittimo affidamento (art. 10 legge 212/2000)”.

Mostra altro