Post con il tag: "(rimborso)"



02. novembre 2017
L’agenzia delle Entrate non può introdurre nuovi adempimenti attraverso una circolare: non si tratta, infatti, di una fonte normativa e pertanto non può disciplinare situazioni e circostanze non espressamente previste per legge. A confermare questo principio è la Corte di cassazione con un’ordinanza. Nel caso specifico, l’agenzia delle Entrate ha recuperato, con specifico atto, un credito di imposta utilizzato da un contribuente perché sulla fattura di acquisto del bene non era stata...
30. agosto 2017
La Commissione Tributaria di Varese ha accolto in toto il ricorso di un cliente da noi assistito, a seguito di silenzio-rifiuto su istanza di rimborso, al quale l’Agenzia delle Entrate si è costituita in giudizio disconoscendo il diritto dell’azienda ad usufruire dell’agevolazione per le seguenti motivazioni: 1) Istanza presentata oltre il termine di 48 mesi dal versamento previsto a pena di decadenza dall’art. 38 D.P.R. 602/1973 2) l’impianto non rientra nel cd. II° conto energia...
28. giugno 2017
La Comm. Trib. Prov. di Torino evidenzia come "Ad ulteriore rinforzo delle tesi sostenute da parte ricorrente c’è la considerazione della non omogeneità della linea tenuta dall’amministrazione finanziaria per ipotesi analoghe, in cui si è prevenuti all’autotutela e alla cessazione della materia del contendere (Ag. Entrate Direzione Provinciale di Lucca del 13/09/2016; Ag. Entrate Direzione Provinciale 2 di Milano del 09/06/2016; Ag. Entrate Direzione Provinciale di Trapani del...
30. marzo 2017
Come esplicitato in una Sentenza della Commissione Tributaria Provinciale di Aosta su un caso di Tremonti ambientale, “Giova sottolineare che i “documenti di prassi” sono vincolanti per gli uffici sottoposti, i quali non possono discostarsene (Cass. Sent. N. ....../2007 e Ord. n. ......./2014). Diversamente operando, l’Ente pubblico violerebbe il principio del legittimo affidamento (art. 10 legge 212/2000)”.
20. febbraio 2017
La Direzione Provinciale II di Milano, in un contenzioso nato da silenzio-rifiuto a istanza di rimborso, con fruizione nel 2014 per due impianti fotovoltaici realizzati nel 2010, per tramite del proprio ufficio legale, ha abbandonato il contenzioso per cessata materia del contendere concedendo così il rimborso. È chiaro e scontato quindi che l’Ufficio da un lato nulla ha più da eccepire sulla tempistica di avvio del procedimento, ovvero sulla possibilità di fruizione nel 2014 per gli...
13. febbraio 2017
La Direzione Provinciale di Trapani notificava a un nostro cliente una cartella di pagamento a fronte dell'esposizione in Unico 2013, presentato con dichiarazione integrativa, della detassazione degli investimenti ambientali, utilizzando in compensazione il credito d'imposta emerso nei termini consentiti dalla Legge. L'Ufficio ha quindi provveduto ad una propria verifica fiscale volta anche a controllare la sussistenza dell'agevolazione, esaminando tutta la relativa documentazione, compresa la...
20. settembre 2016
La Direzione Provinciale di Lucca, nell’ambito di un contenzioso per l’applicazione della Tremonti ambientale ad un impianto fotovoltaico, nato da una istanza di rimborso a cui l’Agenzia delle Entrate non aveva risposto adottando così il cosiddetto approccio del silenzio-rifiuto, ha abbandonato il contenzioso per cessata materia del contendere concedendo così il rimborso. È chiaro e scontato quindi che l’Ufficio da un lato nulla ha più da eccepire sulla tempistica di avvio del...
13. giugno 2016
L’Agenzia delle Entrate – Direzione Provinciale II di Milano, per tramite del proprio ufficio legale, ha abbandonato il contenzioso presso la C.T.P. di Milano per cessata materia del contendere concedendo così il rimborso. Nella "Costituzione in giudizio e richiesta di estinzione del giudizio per cessazione della materia del contendere", Agenzia delle Entrate evidenzia che "Nel'anno 2010 la società ricorrente ..... realizzava due distinti impianti per la produzione di energia mediante...
29. gennaio 2016
Secondo l'Agenzia delle Entrate di Genova, le ragioni di incertezza sull'applicabulità del benefici non valevano a sanare l'omissione in sede di dichiarazione dei redditi, per cui solo per ragioni soggettive, prive di ogni valenza ai fini tributari, la società aveva deciso di non usufruire all'epoca del beneficio; nè poteva ammettersi che dichiarazioni rese in base a precise scelte, apparse molto tempo dopo sfavorevoli all'interessato, potessero essere infirmate od integrate da valutazioni...
23. giugno 2015
Cumulabilità della tariffa fotovoltaica incentivante con la Tremonti ambientale A seguito delle richieste di chiarimenti formulate da operatori del settore delle fonti rinnovabili, il Ministero dello Sviluppo Economico ha precisato che (come del resto da noi asserito da sempre, supportati però già da documentazione, chiarimenti, ecc.): l’operazione è ancora fattibile poiché l’abrogazione del DL 83/2012 non chiude definitivamente i giochi, ma li chiude solo per gli impianti entrati in...

Mostra altro